mercoledì 8 giugno 2011

Questo mi piace..... e il mo blog diventa "Il mio blog carbon neutral"

Non ho mai pensato che un blog potesse inquinare. Eppure per funzionare ha bisogno di energia e per produrre  energia purtroppo si inquina. Questa iniziativa mi piace ho deciso di aderire e quindi da questo momento  “Il mio blog è carbon neutral" cioè ad impatto 0 di CO2. In che modo?  aiutando a piantare alberi nel mondo. E' gratuito e per sapere come fare cliccate il banner qui di fianco un po' più sotto

Ecco alcune infomazioni copiate direttamente dal sito che si aprirà cliccando il banner

"Quanta CO2 produce il mio blog? Secondo il Dr. Alexander Wissner-Gross, attivista ambientale e fisico di Harvard, un sito web produce una media di circa 0,02 g di CO2 per ogni visita. Assumendo 15.000 pagine visite al mese, questo si traduce in 3,6 kg di CO2 l’anno. Questa produzione è legata soprattutto al funzionamento dei server.


Quanta CO2 viene assorbita da un albero? Dipende da diversi fattori, ma la Convenzione delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (UNFCCC) calcola che un albero assorba ogni anno in media circa 10kg di CO2. Noi consideriamo prudentemente 5kg l’anno per ogni albero.



Un albero neutralizza le emissioni di CO2 del tuo blog, per 50 anni! Come mostra il conto sopra indicato, il tuo blog produce almeno 3,6kg di CO2 l’anno, un albero ne elimina 5 e vive in media 50 anni! Aiutandoci a piantarne uno, insomma, puoi continuare a scrivere sul tuo blog per il prossimo mezzo secolo!

Sponsor dell'iniziativa è  Doveconviene.it 
che raccoglie i volantini della catene commerciali (Mediaworld, Unieuro, Ikea solo per citarne alcune), in modo che gli utenti possano sfogliare i volantini e confrontare le offerte in un unico luogo prima di fare acquisti. Qualche esempio:
http://www.doveconviene.it/catena/unieuro - Volantino Unieuro
I volantini digitali, oltre a consentire di risparmiare tempo e denaro facendo acquisti, sono anche un’alternativa ecologica, pulita e trasparente di informazione verso i consumatori rispetto al volantinaggio cartaceo, che è una delle maggiori fonti di spreco di carta (ogni anno 500.000 tonnellate di carta vengono impiegate per stamparli, pari a 3 milioni di alberi).
Grazie ad internet ed ai volantini digitali è possibile quindi salvaguardare anche il nostro pianeta. Vantaggi per il consumatore, per le aziende e  anche per l’ambiente.
Oltre a far risparmiare carta e quindi a salvare alberi, da oggi Doveconviene.it vuole anche a piantarne di nuovi con l'iniziativa "il tuo blog ad impatto zero", che permette a chiunque sceglie di aderire gratuitamente di abbattere l'impatto ambientale del proprio sito o blog, in partnership con la iniziativa noprofit tedesca iplantatree.org. "
 L'obiettivo è di riuscire a piantare almeno 1000 alberi e, per ora, hanno superato i 250. Vogliamo dargli una mano? non ci costa niente, solo 5 minuti del nostro tempo.

Cosa sono 1000 alberi in un intero pianeta? una goccia nel  mare, ma goccia dopo goccia anche un mare piano piano si può riempire e noi, nel nostro piccolo, possiamo contribuire

domenica 5 giugno 2011

L'esperimento continua......

Lo sapevo!!!!!
Lo sapevo che ci sarei riuscita!!
Una botta di autostima.......
Il primo petalo


Adesso mi vedo già scialli  e centrini fatti con questa tecnica. Ci vuole un po' di pazienza ad appuntare la spighetta seguendo il disegno, ho contato tutti gli archetti laterali, ma il gioco vale la candela......
Questa lana è un po' grossa, e ho il sospetto che venga un lavoro piuttosto pesante, ma non importa, lo trovo rilassante e soddisfacente

mercoledì 1 giugno 2011

In attesa dei video......

 La troppa inattività forzata mi ha dato alla testa, non riesco a concentrarmi su una sola cosa. Intrernet è una fonte inesauribile a cui attigere, e ieri sono esplosa.....   Tutta colpa di un video trovato, come sempre per caso, qui .
Allora ho deciso, non mi ripropongo di finire in fretta, utilizzerò i momenti di follia tra una maglia e l'altra, ma ci devo provare. Naturalmente devo metterci del mio e allora ho pensato di fare dei moduli in lana per poi assembrarli in uno scialle. Le spiegazioni della spighetta si trovano un po' dappertutto ed è l'unica cosa che so già fare. Questa volta non voglio insegnare niente a nessuno, ma imparare io, e rendervi partecipi, appunto, della mia follia. Il nome internazionale è "romanian lace" che, se non ho capito male, non c'entra niente con i romani, ma con la Romania. Ho iniziato prendendo un bel gomitolo di merino e un uncinetto n. 3. Ho fatto un pezzetto di spighetta per avere la lrghezza giusta da riportare su un foglio quadrettato, dove ho disegnato questa specie di quadrifoglio (chissà mai che porti fortuna....).




Poi, misurando sul disegno, ho terminato la spighetta facendo qualche centimetro in più, non si sa mai... meglio disfare che trovarsi a dover aggiungere la lana. Non ho quel bel tessuto rigidio che viene usato come supporto e non so nemmeno dove procurarmelo, anche se so di cosa si tratta, e così ho appuntato il foglio quadrettato su un pezzo di polistirene avanzato dall'isolamento del  tetto di casa (non si butta niente!!!) in attesa di procurarmi o costruirmi (tempo fa ho iniziato anche questo, ma poi non sapendo dove procurarmi il feltro adatto per finirlo mi sono interrotta in attesa di tempi migliori) un cuscino per tombolo. Contando gli archetti che si formano ai lati fisserò la spighetta con tanti spilli cercando di ottenere un disegno regolare.

Adesso però, con un ritorno di coscienza e uno sforzo di buona volontà, torno alla mia macchina per finire una maglia, altrimenti l'amica che la sta  aspettando pazientemente da tutto il tempo della mia inattività mi toglie il saluto.......


A proposto di follia, un paio di giorni fa ho provato a fare anche questi...... 



Il primo in alto è stato il primo e ho tentato di idurirlo con vinavil diluita, ma l'esperimento è fallito. Quello sotto a destra è stato il secondo e secondo me è il migliore, per quello  a sinistra ho raddoppiato l'altezza della striscia di carta (fogli A4 della stampante tagliati dal lato più lungo) da 0,5 a 1 cm.  sempre per un discorso di robustezza, perchè vorrei proporli a mia cognata da far fare ai bambini del catechismo da vendere a Natale per beneficenza. Strano parlare di Natale quando nemmeno è iniziata l'estate, ma se voglio insegnare agli altri è giusto che abbia i miei tempi per imparare bene prima io......

Il mio canale You Tube

Blog preferiti di maglieria a macchina ( a parte un paio....)

Tanti punti

Disegnare

Si è verificato un errore nel gadget

Maukie - the virtual cat 2